Services

Morbi porta, velit consectetur vehicula suscipit, ligula urna lacinia lectus, sit amet semper massa nibh vitae.

Per chi è questo ebook

Questo ebook è per chi non sopporta gli assorbenti e per chi non se li può permettere; per chi vuole un’alternativa ecologica alla plastica degli assorbenti e per chi vuole proteggere la propria salute dai componenti dannosi degli assorbenti. Infine, è per tutte le ragazze che sono state, e continuano ad essere, prese in giro, escluse ed emarginate dalla società a causa delle mestruazioni e degli assorbenti.

IMPORTANTE

Nonostante io parli di donne, questo testo è rivolto a tutte le persone che hanno le mestruazioni, incluse persone di genere non binario e transgender.

Tanti anni fa…

Tutto è iniziato in una calda estate italiana. Sto per andare in piscina, vado al bagno e… Aaaaahhhhh, sangue! Mi sono fatta male? Non è possibile che siano le mestruazioni!

Ho sperato per tre mesi che non lo fossero, nascondendolo a tutti. Poi mi sono arresa all’evidenza… Da quel momento è iniziata la trafila del: comprare gli assorbenti, macchiarsi per sbaglio perché non tengono abbastanza, non andare al mare in quei giorni perché non sopporti il tampone, oppure andarci ma con il terrore di perderlo…

Come sarebbe stato se avessi saputo che potevo lasciare uscire il sangue al bagno, come la pipì? Mi sarei sentita molto meglio!

Alla fine è successo!

L’ho scoperto per caso, 30 anni dopo! Era un periodo in cui mi ero veramente stufata di assorbenti interni, esterni, di qualsiasi tipo… e cercavo altre soluzioni. Cerca cerca, un giorno trovo alcuni articoli incredibili! Parlano di donne che non usano gli assorbenti perché hanno imparato a sentire quando il sangue scende dall’utero alla vagina e a lasciarlo uscire al bagno. COSA? “Non ci credo! Se fosse veramente così l’avremmo saputo prima! Siamo milioni di donne ogni mese con le mestruazioni, nessuna ci ha pensato prima?” Ma ho voluto provare. Avevo troppa voglia di liberarmi degli assorbenti! E…

Il primo mese corro!

Sì, letteralmente! Ogni volta che sento il sangue arrivare mi precipito al bagno. Quando esco metto l’assorbente perché non mi fido, ma noto che quando torno a casa è quasi intatto. Il secondo mese continuo a provare e miglioro, anche se ci sono ancora errori. Terzo mese: WOW! Pochissimi errori, molte meno corse al bagno. Tolgo l’assorbente di notte e il sangue esce la mattina dopo al bagno. Sono sbalordita! È come se il mio cervello stesse capendo cosa fare e lavorasse da solo, anche quando dormo!

Tanti anni fa…

Tutto è iniziato in una calda estate italiana. Sono in vacanza in campagna dai miei zii e mi sto preparando per andare in piscina. Sono felicissima!

Vado al bagno e… Aaaaahhhhh, sangue! Cosa? Perché? Mi sono fatta male? Non è possibile che siano le mestruazioni!

Ho sperato per tre mesi che non lo fossero, nascondendolo a tutti. Poi mi sono arresa all’evidenza…

Da quel momento è iniziata la trafila del: compra gli assorbenti, macchiati per sbaglio perché non tengono abbastanza, non andare al mare in quei giorni perché non sopporti il tampone, oppure vacci ma con il terrore di perderlo…

Non so tu, ma mestruazioni per me ha sempre voluto dire “grande rottura di scatole”.

Come sarebbe stato se avessi saputo che potevo imparare a lasciare uscire il sangue al bagno, come la pipì?

Mi sarei sentita molto meglio!

Alla fine è successo!

L’ho scoperto per caso, 30 anni dopo! Era un periodo in cui mi ero veramente stufata di assorbenti interni, esterni, di qualsiasi tipo… e cercavo altre soluzioni. Cerca cerca, un giorno trovo alcuni articoli incredibili! Parlano di donne che non usano gli assorbenti perché hanno imparato a sentire quando il sangue scende dall’utero alla vagina e a lasciarlo uscire al bagno. COSA? “Non ci credo! Se fosse veramente così l’avremmo saputo prima! Siamo milioni di donne ogni mese con le mestruazioni, nessuna ci ha pensato prima?” Ma ho voluto provare. Avevo troppa voglia di liberarmi degli assorbenti! E…

Il primo mese corro!

Sì, letteralmente! Ogni volta che sento il sangue arrivare mi precipito al bagno, ma ogni volta ne è già uscito un bel po’! Quando esco metto l’assorbente perché non mi fido… ho paura di insanguinare tutto! Però mi esercito comunque a trattenere il sangue quando lo sento scendere e noto, quando torno a casa, che l’assorbente è quasi intatto… Il secondo mese continuo a provare e miglioro! Ma continuano gli errori, altre macchie di sangue sugli slip… Terzo mese: WOW! Pochissimi errori. Molte meno corse al bagno. Tolgo l’assorbente di notte! Tutto il sangue esce la mattina dopo al bagno, oppure mi sveglio di notte con la sensazione di dover andare al bagno per farlo uscire. Sono sbalordita! È come se il mio cervello stesse capendo cosa deve fare e lavorasse da solo, anche quando dormo!

George Anderson

Digitalbox CEO